Il labirinto delle rose del Castello Quistini

Il Castello Quistini è un antica dimora del 1500, appartenuto all’antica famiglia dei Porcellaga progettato come villa di campagna, possiede però tutte le caratteristiche di un castello. Il materiale usato per la sua costruzione è la pietra di Sarnico, proveniente dal paese del lago d'Iseo famoso per le sue cave di pietra "serena". 

Si inserisce nel paesaggio collinare della Franciacorta a Rovato in provincia di Brescia. Famoso per la sua eleganza si ricorda soprattutto per il suo giardino botanico di 10.000 mq dove vi sono raccolte più di 1500 varietà di rose. 

Un labirinto caratterizzato da rose antiche e moderne si dispone in tre ampi cerchi concentrici divisi in quattro settori le prime piante sono rose rugose (ibridi e spontanee), un gazebo al centro coperto con una splendida rosa rampicante ad unica fioritura (Banksiae Alba e Banksiae Alba Plena) rose tappezzanti e verso il vivaio si possono ammirare rose inglesi di David Austin, oltre alla bellissima rosa antica Alfred Carriere. 

In oltre si possono ammirare il giardino segreto delle Ortensie e il Giardino Bioenergetico con un percorso olfattivo che stimola i 5 sensi, un piccolo orto di piante officinale, e un antico frutteto con piante come il biricoccolo un frutto ibrido tra la susina e l’albicocca. 

Marco Mazza, proprietario del palazzo e progettista dei magnifici giardini vi invita al Castello Quistini, dove oltre ad ammirare le magnifiche fioriture si possono prendere lezioni di potatura e cura delle rose da lui tenuti, in un luogo dove si convive con la naturale bellezza delle piante e dei fiori.